CLICCA
E ASCOLTA LA VERSIONE AUDIO DELL’INTERVISTA

realizzata in collaborazione con RADIO BRUNO Toscana radio bruno toscana

Ospite d’eccezione, direttamente da Real Time, con Renato Ardovino parliamo di wedding cake e delle nuove tendenze per questo anno. è stata una vera e propria presa di potere questa del cake design ma cosa c’è di tanto diverso dalla pasticceria tradizionale?
«In realtà non c’è niente di diverso da quello che è la sostanza della torta, però è chiaro che c’è un lavoro artistico diverso, viene presentata una torta personalizzata, dedicata proprio agli sposi».

Per chiedere la torta ideale uno sposo che domande si deve fare? La coppia cosa deve chiedere a voi professionisti?
«Più che la coppia è la sposa, perché noi siamo sempre lì ad ascoltare e basta, bisogna soltanto far decidere lei, che ha sempre delle idee. Di solito deve seguire un filo conduttore  che è quello del matrimonio,  un tema e quindi si fa una chiacchierata su quello che loro hanno, a grandi linee, deciso  e si costruisce proprio una torta  in base a quello che sono le loro idee».

Ma quanto è difficile portare le emozioni degli sposi attraverso un dolce, quindi la torta wedding cake?
«è una bella responsabilità! In realtà è quello che cerco di fare, diciamo che con gli sposi si crea sempre una sorta di situazione anche empatempatica e quello che voglio trasferire è proprio l’emozione… loro non sanno cosa gli arriva in realtà e si lasciano anche guidare. Il mio obiettivo è proprio quello di “colpire” e di emozionare, e quindi do il meglio che posso per ogni torta».

Le tue creazioni come nascono? Hai delle ispirazioni, butti prima giù un foglio e una penna e scrivi qualcosa oppure ti vengono dirette, a getto?
«Si, in realtà c’è una sorta di schizzo… intanto ci sono le proporzioni le dimensioni, è tutto un po’ chiaramente deciso a tavolino. Si lavora, per quanto riguarda le cose a tema, su quelle che sono le richieste degli sposi, altrimenti le mie creazioni, quelle nuove, quelle proprio inedite, arrivano da idee che prendo dappertutto: dalla natura, da quello che è una vetrina di alta moda, non so… da un gioco, da qualunque cosa, mi ispiro guardando il mondo che mi circonda».

Una curiosità: qual’è stata la torta più originale e più “pazza” magari, che hai fatto?
«Guarda, non vorrei fare torto a nessuno… ce ne sono diverse… ci sono quelle più “caratteristiche” perchè sono un pò più “pazze”  come dicevi tu piuttosto che quelle più eleganti e molto scenografiche, monumentali, che hanno bellezza anche per le loro dimensioni, per i loro particolari, per i i dettagli che vengono creati».

Sul tuo sito www.letortedirenato.it si può commissionare torte  per ogni evento: è possibile anche per gli ascoltatori toscani?
«Certo! C’è un trasporto dedicato proprio alla torta che viene commissionata e viene consegnata nella location, nell’ora prestabilita, tutto molto organizzato… si può fare tranquillamente».

Ovviamente tu fai parte anche del mondo dello spettacolo, della tv, hai trovato dei benefici o qualche effetto collaterale nel portare anche il wedding cake in televisione?
«No, effetti collaterali no. C’è il vantaggio della visibilità, quindi solo un beneficio e basta… ci mancherebbe altro. Il lavoro in tv (fatto in tv), chiaramente è fatto in più volte perché essendo lavori molto lunghi non si può stare lì a registrare in tempo reale tutto quello che si fa. Comunque è tanto lavoro, otto ore di registrazione per ogni puntata per far vedere ai telespettatori  i piccoli segreti di quello che è il cake design»

Quali sono novità per questo 2016 per quanto riguarda  il cake design  e la wedding cake?
«Le novità in realtà sono sempre legate un pò a quel che riguarda i colori della moda piuttosto che gli stili. Non dimentichiamo però che ogni sposa vuole la sua torta originale quindi potrebbe anche essere legata a un momento originale, diverso da quello che è il filone proprio del trend delle cose attuali»

Oltre al wedding cake parliamo anche di sweet table e di candy bar: innanzitutto cosa sono? (per chi non li conoscesse)
«Anche questi di importazione americana… Lo sweet table è già un pò più conosciuto, il candy bar è una sorta di tavolo allestito con caramelle di varissimi colori e forme, a volte c’è anche uno spettacolo che fa da contorno e che potrebbe essere, non so, di un prestigiatore piuttosto che di un clown… un pò più dedicato alla gioia dei bambini ma anche quella dei grandi, è chiaro».

Quindi la festa del matrimonio diventa ancora più ricca e a 360 gradi si pensa a tutto?
«Si… diventa più una “festa”, non il solito matrimonio dove si è seduti in modo molto formale: piuttosto che stare lì ore a banchettare, ci sono anche momenti più ludici per smorzare la tensione della formalità ed è anche tutto più colorato».

Allora noi ti lasciamo al tuo lavoro volendo augurare un buon matrimonio e ovviamente dei buoni preparativi agli sposi
«Certo! Facciamo tanti auguri a tutti agli sposi e soprattutto… buona torta!»

Grazie Renato, per esser stato con noi
«Grazie a voi e ciao».

SCRIVICI

Sending

©2019 Toscana Sposi è una creazione web VISIVidea

or

Inserisci le tue credenziali d'accesso

Forgot your details?